Quartieri fieristici Italiani

Analisi dei 33 maggiori quartieri fieristici italiani.

L’Europa è per tradizione il centro dell’attività fieristica mondiale, con Germania e Italia mercati leader. Il trasferimento di gran parte dell’attività produttiva in Asia ha comportato anche la nascita di nuove fiere in quel continente e la conseguente riduzione dell’importanza complessiva degli eventi espositivi europei [...]

Maggiori dettagli

 
 

Solo online

549,00 €

In vendita!

Riferimento: 2012OSS02

I contenuti dell'Osservatorio

  • Il settore in sintesi
  • Il metodo e le fonti utilizzate
  • Elenco dei Quartieri inclusi nell'analisi (Denominazione, Indirizzo, Provincia, Ricavi, EBITDA, Reddito Netto, PFN, Leanus Score)
  • L'analisi economico finanziaria del settore
  • Il commento dell'esperto
  • Classifiche per Profilo di Rischio, Ricavi, EBITDA, Reddito Netto, Patrimonio Netto, Totale Debiti, Variazione Ricavi, Patrimonio Netto/Totale Debiti.
  • Glossario e FAQ
  • Conclusioni


Periodo: 2012-2013

L'analisi di dettaglio è focalizzata sui 33 quartieri con ricavi maggiori di 300 mila euro. 

Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Carrara, Cernobbio, Cesena, Cremona, Faenza, Ferrara, Firenze, Genova, Gonzaga, Longarone, Lucca, Milano, Modena, Napoli, Padova, Parma, Piacenza, Pordenone, Rimini, Riva del Garda, Roma, Udine, Vaprio d’Adda, Venezia, Vercelli, Verona, Vicenza


****************

L'osservatorio Leanus sulle imprese della "Milano-Laghi"

 

Per pagamenti con bonifico indicare "Osservatorio Quartieri Fieristici Italiani" nella causale

contatti Leanus per bonifico

Dopo aver salvato il tuo prodotto personalizzato, ricordati di aggiungerlo al carrello.

Testi

* campi obbligatori

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi la tua intervista

Quartieri fieristici Italiani

Quartieri fieristici Italiani

Analisi dei 33 maggiori quartieri fieristici italiani.

L’Europa è per tradizione il centro dell’attività fieristica mondiale, con Germania e Italia mercati leader. Il trasferimento di gran parte dell’attività produttiva in Asia ha comportato anche la nascita di nuove fiere in quel continente e la conseguente riduzione dell’importanza complessiva degli eventi espositivi europei [...]

Scrivi la tua intervista